Smart Working

Smart Working. La rivoluzione del lavoro intelligente

presentazione di Fernando Codonesu

“Smart working” è una delle espressioni più utilizzate in questo periodo, soprattutto da quando il Covid 19 è entrato prepotentemente nelle nostre vite. Ma forse mai due parole, “smart working”, hanno avuto il privilegio di diventare il manifesto di un immenso esperimento nazionale e globale. In Italia da un giorno all’altro, ai primi di marzo di quest’anno, circa otto milioni di lavoratori hanno cominciato a utilizzare lo smart working, espressione tradotta in lavoro intelligente o, più brevemente, come già utilizzato due decenni fa, telelavoro. Ma che cos’è e che cosa significa praticare lo smart working? Implica soltanto il lavorare da casa o in remoto o significa o potrebbe
significare molto di più?

“Smart Working. La rivoluzione del lavoro intelligente” è il titolo dell’incontro col sociologo Domenico De Masi, che riprende quello dello studio di recente pubblicazione. Professore emerito di sociologia del lavoro nell’università La Sapienza di Roma, De Masi studia da anni lo smart working e lo considera come uno dei fenomeni più importanti e innovativi della nostra epoca.

video della registrazione

Contributi e commenti

Poche osservazioni su Smart Working. La rivoluzione del lavoro intelligente.

contributo di Pinella Depau 8 novembre

Dopo queste ampie e puntuali  riflessioni, mi inserisco molto brevemente con una domanda di fondo e poche osservazioni supportate da un esempio. Da tutta l’interessante relazione…

leggi di più

Alcuni interrogativi sullo Smart Working, a partire dalla L. 81/2017

Contributo di Gabriella Lanero 8 novembre

L’emergenza sanitaria del Covid 19 ha improvvisamente imposto il lavoro da casa in molti settori, in particolare in quello dei servizi, come strumento indispensabile per contenere i rischi sulla salute pubblica, allo spostamento….

 leggi di più

Palazzi di giustizia affollati? Saranno semivuoti col teleprocesso

Andrea Pubusa da Democrazia Oggi, 3 novembre 2020

Sono stato sempre refrattario alle perdite di tempo e allo spreco di energie. Nell’attività forense è più il tempo perso nella aule di giustizia (spesso in attese estenuanti) che quello utilmente impiegato. Per questo ho sempre preferito i riti veloci: …..

 leggi di più

 

De Masi oggi alla “Scuola di cultura politica F. Cocco”. Il valore di una partenza

Andrea Pubusa da Democrazia Oggi, 30 ottobre 2020

La “Scuola di cultura politica Francesco Cocco“  avvia oggi la sua attività  con una lezione di uno dei più autorevoli e ascoltati intellettuali italiani, Domenico De Masi, e su un tema centrale del nostro tempo il c.d. lavoro veloce.  ……

leggi di più

 

La “Scuola di cultura politica F. Cocco” con De Masi legge il nostro tempo

RED da Democrazia Oggi, 29 ottobre 2020

Partenza di altissimo profilo quello della Scuola di cultura politica F. Cocco. Quanti stimoli nella riflessione di De Masi! Come sottolinea Carlotta Balena,  sul numero di Fortune Italia di ottobre 2020, ripensare il lavoro significa ripensare la città. Un mondo che tiene …

leggi di più